chi siamo link contatti
Associazione Stampa Parlamentare
Giovedì 20 Luglio 2017

GRASSO: "NUOVA LEGGE ELETTORALE CONTRO BLOCCO CAMERE".

         

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

INTERVENTO PRESIDENTE GRASSO AL VENTAGLIO 2017  (CRONACA DI SERENELLA RONDA DELL'AGENZIA GIORNALISTICA AGI)

"Auspico che da settembre riprenda, alla Camera o in Senato, il dialogo tra i Gruppi per dare al Paese una legge chiara e funzionale, che tenga nel giusto equilibrio il principio costituzionale della rappresentanza e l'esigenza politica della governabilita'". Lo ha detto il presidente del Senato, Pietro Grasso, durante la tradizionale cerimonia del Ventaglio, rispondendo all'intervento del presidente dell'Associazione stampa parlamentare Sergio Amici (vedere il testo integrale negli allegati). "Credo fermamente che due sentenze della Corte Costituzionale - che hanno dichiarato la parziale incostituzionalita' di due leggi elettorali diverse - non possano da sole disciplinare la rappresentanza dei cittadini in Parlamento. Le disomogeneita' da superare sono molteplici: al Senato sono ammesse le coalizioni fra le liste, mentre alla Camera no; le rispettive soglie di sbarramento sono notevolmente differenti, con conseguenze sulla diversita' di composizione delle Camere; al Senato andrebbero introdotte le preferenze rispettando l'equilibrio di genere, cosi' come previsto per la Camera; alla Camera e' previsto il capolista bloccato e pluricandidato, mentre al Senato no; al Senato non e' previsto alcun premio di maggioranza per le coalizioni, mentre alla Camera si, ma solo per la lista che ottenga il 40% dei voti". (AGI)Ser. AGI. Le grandi differenze che esistono tra le attuali leggi elettorali di Camera e Senato, ha sottolineato il presidente di Palazzo Madama, Pietro Grasso, auspicando la ripresa del dialogo tra le forze politiche, "non sono ne' tecnicismi da addetti ai lavori ne' minuzie da risolvere con un decreto a fine legislatura: sono questioni che incidono sul principio costituzionale della rappresentanza e della sovranita' popolare, e che vanno affrontate con grande serieta', responsabilita' e la piu' ampia condivisione". "Appare evidente che queste disomogeneita' tra leggi elettorali possano generare troppe incertezze e il forte rischio di consegnare al Paese due Camere senza maggioranza o con maggioranze completamente diverse", ha sottolineato la seconda carica dello Stato, durante la cerimonia del Ventaglio. (AGI)Ser.

 

         Ha detto ancora il presidente Grasso nel suo intervento: "E' noto a tutti che negli ultimi giorni si siano avvertite fibrillazioni politiche nella maggioranza che sostiene il governo, e che i prossimi mesi saranno particolarmente delicati. La fase finale della legislatura sara', temo, fortemente influenzata dall'avvicinarsi delle elezioni nella primavera del 2018". Ser

 

         "Sulla riforma dei Regolamenti parlamentari credo che ci sia la concreta possibilita' di realizzare in questa legislatura modifiche condivise, anche se limitate ad alcuni specifici punti, ma comunque dirette ad accelerare l'iter legislativo, semplificare le procedure e ad aumentare l'efficienza del nostro sistema parlamentare. L'attuale bicameralismo puo' essere profondamente trasformato, a Costituzione invariata, attraverso l'innovazione delle procedure parlamentari. Per questa ragione ho presentato alla Giunta per il Regolamento un documento stilato per punti, una sorta di 'decalogo' attraverso il quale conseguire quel 'bicameralismo razionalizzato' di cui parlava gia' il professor Leopoldo Elia negli anni '80". Ha detto il presidente del Senato, Pietro Grasso. "L'iniziativa, che corrisponde ad una esigenza diffusa da parte di tutti i gruppi parlamentari, e' ora al vaglio di un comitato ristretto della Giunta formato da quattro componenti (i senatori Zanda, Calderoli, Bernini e Buccarella), che hanno gia' trovato un accordo di massima su molti dei punti proposti: da parte mia non manchera' l'impegno per proseguire in quel percorso che ho considerato essenziale sin dall'inizio della legislatura ma che, nelle more della Riforma Costituzionale, era stato temporaneamente accantonato", ha aggiunto. (AGI)

 

             Inoltre, ha sostenuto il prersidente Grasso: "Spettera' al governo trovare, calibrando le richieste delle parti politiche, il giusto equilibrio dei conti dello Stato per il prossimo anno, sulla base delle linee della Nota di aggiornamento al Def predisposta dal ministro Padoan e votata dal Parlamento, con l'intento di sostenere la ripresa, con particolare attenzione all'occupazione giovanile, i cui dati restano preoccupanti, e proseguire nel percorso di aggiustamento dei conti pubblici, in piena condivisione con l'Unione europea ed evitando possibili intenti speculativi". (AGI)Ser.

 

              Sul problema della politica immigratoria, Grasso dice: "Il fenomeno dei migranti e' strutturale, va affrontato in modo serio e lungimirante. L'Ue ha colpevolmente sottovalutato le conseguenze di fenomeni come la primavera Araba e la crisi in Siria e Libia". Ora le istituzioni "devono assumersi la responsabilita' di scegliere se dare valore concreto agli ideali su cui si fonda l'Europa o se sacrificarli in nome di interessi o calcoli elettorali, devono scegliere se la vita e' ancora un valore non negoziabile oppure no. L'Ue deve decidere se incidere sui processi storici o affidarsi egoisticamente alla geografia. La politica deve abbandonare i tatticismi". (AGI)Ser. "Il governo sta facendo un importante lavoro che deve essere sostenuto e incoraggiato da tutte le forze politiche. Nell'immediato non possiamo eludere il tema del salvataggio. Stiamo impedendo il perpetrarsi di una tragedia di enormi dimensioni: salvare vite e accogliere rifiugiati non e' atto di buon cuore ma un dovere e c'e' anche una prospettiva morale e culturale".

 

           Infine, ho sostenuto il presidente Grasso "Non posso che ribadire che si debba fare tutto il possibile per concludere in questa legislatura l'esame di alcuni provvedimenti molto importanti: norme che incidono sulla vita dei cittadini, sull'economia, sugli investimenti, sulla giustizia, sulla liberta' di informazione". Grasso si e' soffermato in particolare su alcuni provvedimenti, tra cui anche il "tema della diffamazione, dell'abolizione del carcere per i giornalisti e il contenimento delle querele temerarie devo invece constatare che nulla e' cambiato dal nostro ultimo incontro: ritengo che sia di fondamentale importanza garantire ai professionisti dell'informazione la possibilita' di svolgere fino in fondo il loro prezioso lavoro, che definisce la qualita' del dibattito pubblico e quindi della nostra democrazia".

 

         Il presidente del Senato ha citato anche la "connessione tra mafia e corruzione". Su questo fronte "l'Italia ha, complessivamente, un'ottima legislazione sia sotto il profilo della prevenzione che sotto quello della repressione dei reati. La recente revisione del codice appalti, ad esempio, e' un importante tassello che puo' sicuramente essere migliorato, soprattutto nella sua fase applicativa.

 

        Al lungo elenco dei provvedimenti che giacciono nelle Commissioni e che potrebbero essere rapidamente approvati non posso allora non aggiungere quello che tutela i lavoratori che denunciano episodi corruttivi, i cosiddetti whistleblower. La speranza, anche in questo caso, e' che si possa presto riprendere e concludere il cammino di una legge utile a far emergere la corruzione". "Sul Codice antimafia e' utile premettere che comprende misure di contrasto efficaci ed attese che colpiscono le mafie soprattutto sul profilo patrimoniale, allargando la confisca alle ecomafie, snellendo i passaggi dal sequestro alle confische, e soprattutto rinnovando l'Agenzia per i beni confiscati, in modo da poter gestire con maggior agilita' e profitto i beni ai fini dell'utilita' sociale e dare cosi' prova di efficienza del sistema. Nel contempo si sono aumentate le garanzie delle misure di prevenzione per tutti, prevedendo un ampliamento del diritto di difesa nella fase del sequestro, introducendo la possibilita' di un controllo da parte di un amministratore giudiziario per eliminare preventivamente le infiltrazioni mafiose, e istituendo l'incompatibilita' tra chi gestisce i beni e i magistrati". (AGI)Ser.

 

ROMA 20 LUGLIO 2017

 

 

N.B. Negli allegati il testo degli interventi del presidente Grasso e di Sergio Amici presidente Associazione stampa parlamentare.

 

Nella foto in apertura: Grasso con Amici e la vincitrice del concorso per il miglior Ventaglio, Elena Boni , studentessa a Bologna.

 


titolo: GRASSO: "NUOVA LEGGE ELETTORALE CONTRO BLOCCO CAMERE".
immagine: